FAQ

Domande frequenti

Qualità

Terra Felis è il primo cibo umido per gatti con tutti gli ingredienti di qualità human-grade al 100%. Il gatto ha quindi a disposizione quasi la stessa qualità che avrebbe in natura sotto forma di prede cacciate. L’industrializzazione dei mangimi per animali ha comportato un allontanamento da questo elevato standard qualitativo degli ingredienti e dall’evoluzione alimentare degli animali. Grazie a Terra Felis, riportiamo la qualità del cibo per gatti a un livello che rispecchia ciò che accade in natura. 
Sì, tutti gli ingredienti contenuti (carne, verdura, erba gatta, taurina, ecc.) dei menù di Terra Felis sono di qualità human-grade al 100% e vantano quindi la stessa qualità prevista per legge per il settore dell’alimentazione umana ovvero per la produzione di alimenti a consumo umano. È proprio questa qualità ineccepibile a contraddistinguere i prodotti di Terra Felis e Terra Canis. Diversamente da quasi tutti gli altri mangimi sul mercato, i nostri prodotti hanno un aroma e un aspetto oltremodo freschi, appetitosi e invitanti. Pertanto, un menù di Terra Felis si può lasciare tranquillamente nella scatoletta aperta o nella ciotola, se si deve suddividere una porzione o se il gatto non finisce subito tutto.
La qualità ha il suo prezzo. Gli ingredienti di qualità human-grade, vale a dire adatti a essere mangiati dalle persone, hanno prezzi d’acquisto decisamente più alti di quelli della carne che, a causa di una scarsa freschezza, di un numero di germi troppo elevato, dell’interruzione della catena del freddo, di una conservazione troppo lunga o di altre ragioni qualitative o igieniche, non è più ammessa al consumo umano. Da tali costi nettamente superiori per gli ingredienti di qualità human-grade deriva un prezzo finale più alto. 
Le nuove ricette dei menù di Terra Felis presentano pochissime differenze rispetto a quelle vecchie. Sono stati apportati soltanto piccoli miglioramenti alla consistenza e alla composizione. I prodotti di Terra Felis sono totalmente naturali, pertanto il profumo e l’aspetto possono variare leggermente, come accade per un piatto che si prepara seguendo sempre la stessa ricetta, con risultati che ogni volta variano un pochino per apparenza e sapore.
Tutti i menù di Terra Felis sono totalmente naturali. Da crude, carne, verdura e frutta fresche presentano un contenuto d’acqua compreso fra il 70 e il 90%. Quando vengono riscaldati, tali ingredienti rilasciano naturalmente una parte di quest’acqua. Succede anche cucinando in casa. Se si cuoce un cibo in una pentola senza coperchio, l’acqua può evaporare o essere scolata. Con la cottura nella lattina chiusa, invece, il liquido rimane all’interno e assume in parte una consistenza gelatinosa. Siccome i menù sono privi di cereali e sostanze leganti, nella lattina non c’è nessun ingrediente che possa assorbire e trattenere l’acqua che fuoriesce da carne, verdura e frutta. Una consistenza più morbida o gelatinosa è pertanto assolutamente normale e naturale nei menù grain-free. È consigliabile somministrare sempre anche la gelatina, dato che contiene tantissimi microelementi e sostanze vegetali secondarie.
In linea con la filosofia di Terra Felis, i nostri menù sono prodotti naturali. Eccezion fatta per una piccola quantità di vitamine e minerali e per la taurina, sostanza vitale per i gatti, non contengono additivi quali sostanze aromatiche, leganti o conservanti. Di conseguenza, la loro consistenza e il loro aspetto possono variare leggermente, dato che anche i componenti naturali come verdura e carne non sono sempre uguali. In natura, infatti, non tutte le carote hanno una percentuale standard di acqua o sempre lo stesso identico colore. Allo stesso modo, la carne utilizzata può presentare una marmorizzazione e una texture diverse, senza però essere di qualità inferiore.
A ciò si aggiunge che in nessun menù vengono impiegati agenti leganti artificiali, quindi la consistenza può risultare a volte più bagnata, altre volte più asciutta, senza però implicare che la qualità oscilli o sia peggiore. Semplicemente sottolinea la totale naturalità dei menù e degli ingredienti.

I gatti non hanno la necessità di alimentarsi esclusivamente con un’unica fonte proteica. Non lo fanno nemmeno i gatti selvatici. Piuttosto, la particolarità dell’alimentazione naturale che i gatti selvatici (in parte anche i gatti randagi) scelgono è quella di consumare svariate piccole porzioni (fino a 20) nell’arco delle 24 ore, porzioni che consistono in qualsiasi cosa passi per preda. È per questo che i gatti sani possono tollerare bene tanto i menù monoproteici quanto quelli con due fonti proteiche.
Nei gatti con intolleranze o allergie, invece, è di vitale importanza somministrare sempre, rigorosamente un’unica fonte di proteine. Perfetti in questo caso sono i nostri prodotti monoproteici, a patto che il gatto non presenti intolleranze/allergie verso quella data fonte proteica.
Abbiamo in programma una linea ipoallergenica di Terra Felis, con fonti proteiche esotiche a bassissimo contenuto di allergeni.

Sì, tutti i menù di Terra Felis vengono prodotti dai mastri macellai nel nostro nuovo impianto nei pressi di Monaco. Come accade per tutti i menù per cani di Terra Canis, utilizziamo esclusivamente ingredienti di qualità human-grade documentabile.
Ad eccezione delle varietà di pesce, i menù di Terra Felis sono alimenti completi per gatti. Ciò significa che, rispettando le dosi consigliate, una varietà/un menù copre interamente il fabbisogno giornaliero di nutrienti e micronutrienti di un gatto. In natura, invece, l’apporto di queste sostanze avviene attraverso varie prede e il contenuto dei rispettivi apparati gastrointestinali nell’arco di un determinato periodo, e non necessariamente tutti i giorni con un’unica preda ovvero un unico pasto. Nei mangimi per cani e gatti, la copertura giornaliera dei nutrienti deve essere sempre garantita. Lo detta la legge sui mangimi per animali.
Seppur molto delicata, la fase di riscaldamento dei menù di Terra Felis nelle lattine comporta sempre la perdita di una parte di vitamine e minerali degli ingredienti. Le differenze che ne conseguono riguardano solo pochissimi micronutrienti in quantità molto basse. Oltre il 90% delle vitamine, dei minerali e degli oligoelementi essenziali è infatti presente in maniera totalmente naturale in tutti i menù di Terra Felis. Dette differenze sono state calcolate e integrate analizzando i menù privi di supplementi (lotti di prova senza alcun tipo di integrazione di vitamine/oligoelementi) e prendendo come riferimento i valori veterinari del fabbisogno giornaliero. In tal modo, aggiungiamo sempre e soltanto ciò che manca, evitando sovradosaggi ed eccessi di micronutrienti aggiunti, e assicurando la copertura del fabbisogno quotidiano completo del gatto tramite vitamine, minerali e oligoelementi in gran parte naturali.

A differenza del cane, il metabolismo del gatto non è in grado di produrre taurina, un amminoacido contenente azoto. Eppure, la taurina è particolarmente importante per gli occhi e il cuore dei felini. Se l’apporto di taurina non è sufficiente, si possono verificare rapidamente problemi alla vista (sino alla cecità), così come pericolose patologie cardiache.
Poiché il metabolismo del gatto non solo non è in grado di sintetizzare autonomamente la taurina, ma ne consuma anche in quantità eccessiva, i mangimi per gatti devono assolutamente contenere una dose di taurina sufficiente a coprire il fabbisogno giornaliero. Dato che il riscaldamento delle lattine comporta la perdita di una certa quantità di taurina contenuta nella carne e nelle interiora crude, generalmente la si integra.
Approfondimento sulla taurina:
oltre alla funzione a sostegno di cuore e occhi, l’amminoacido taurina serve anche per la digestione ovvero per produrre sali biliari. Gli acidi biliari a ciò preposti vengono secreti nel fegato del gatto esclusivamente attraverso la taurina.
I sali biliari giocano un ruolo chiave nella metabolizzazione dei grassi commestibili. Quando questi ultimi vengono espulsi, i sali biliari si perdono per sempre.
Se, contrariamente alla sua alimentazione naturale, al gatto si somministrano tante fibre grezze e poca carne (il che accade spesso in caso di mangimi secchi), la perdita quotidiana di taurina aumenta esponenzialmente, dato che questo tipo di alimentazione carente richiede elevate quantità di sali biliari.

A differenza del cane, considerato un carnivoro/onnivoro, il gatto è un carnivoro in tutto e per tutto. Per tale ragione, i gatti hanno bisogno di una quantità minima di frutta e verdura per coprire il fabbisogno di sostanze vegetali e fibre vitali. In linea con l’esempio della natura, tutti i menù di Terra Felis contengono quindi una percentuale di vegetali bassissima (3-4%), dettaglio che ai gatti, essendo carnivori, non solo piace, ma rispecchia anche la loro predazione ed evoluzione alimentare. I componenti principali di ogni pasto per gatti dovrebbero sempre essere carne e nutrienti interiora ad alta digeribilità.
Una piccola quota vegetale compresa tra il 3 e il 5% nei menù fornisce loro importanti fibre, fibre grezze e altri micronutrienti. Allo stato brado, tali componenti vengono assunti soprattutto attraverso il pelo, la pelle e il contenuto dell’apparato digerente delle prede, parti che i gatti consumano insieme al resto. Il contenuto dello stomaco delle prede erbivore fornisce importanti micronutrienti e acidi grassi essenziali.

Per i gatti, la carne fresca non solo è buonissima, ma è anche l’unica alimentazione adatta alla specie, dato che non sono carnivori/onnivori come i cani, bensì prettamente carnivori.
Il loro straordinario metabolismo dipende dall’apporto di elevati quantitativi di carne, poiché ricava l’energia necessaria in primis da proteine e grassi animali. Ma l’elevata percentuale di proteine animali serve anche per i processi di sviluppo e rigenerazione dell’organismo felino.
Pertanto, l’elemento primario di qualsiasi buon pasto per gatti deve essere sempre la carne. I cereali, invece, possono essere omessi del tutto. I gatti non hanno gli enzimi preposti alla scissione dei cereali o degli amidi, quindi il loro metabolismo viene affaticato moltissimo da queste sostanze. Per i menù naturali di Terra Felis viene utilizzata solo carne fresca ovvero filetti di pesce di qualità human-grade. La percentuale di carne si aggira sempre attorno al 90% circa e, a seconda dei menù, è costituita da muscolo, cuore, stomaco (per tacchino e pollo), polmone e fegato. In virtù della loro struttura muscolare, gli organi cavi cuore e stomaco vengono annoverati tra le carni di muscolo e forniscono tantissime proteine pregiate.
Attraverso la carne ovvero il pesce, i gatti assumono anche gli acidi grassi Omega 6 e Omega 3 per loro essenziali, che svolgono compiti vitali nella sfera metabolica.

Per produrre energia e per i processi di sviluppo e rigenerazione del loro organismo, i gatti hanno bisogno di una percentuale oltremodo elevata di proteine e grassi animali, dato che sprecano quelli assunti. Gran parte dell’energia viene impiegata per il loro metabolismo incredibilmente attivo e le funzioni dei loro organi.
Mangiando grandi quantità di carne, i gatti assumono gli acidi grassi animali essenziali di cui necessitano, ricavando energia a sufficienza dai grassi e dalle proteine in essa contenuti.
In natura, i gatti consumano la preda con tanto di pelle e pelo, ingerendo così l’intera quota di grassi della stessa. È per questo che nei prodotti in commercio è presente una percentuale altrettanto alta di grassi animali. Aggiungendo alla carne grasso animale sotto forma di pelle di pollo o tacchino, i menù a base di pollame di Terra Felis contengono tutta l’energia necessaria, proprio come avviene con le prede naturali. Oltre a fornire acidi grassi animali, la pelle di pollame ha un gusto al quale nemmeno i gatti più schizzinosi sanno resistere.
Tutti conoscono la pelle croccante del pollo arrosto, mangiata con piacere anche da noi esseri umani.

Il pomodoro in polvere si ricava da pomodori maturi che vengono fatti essiccare e poi triturati. Proprio come l’ortaggio, che una volta cotto ha una buona digeribilità per i gatti, anche il pomodoro in polvere contiene preziosi micronutrienti. Pomodoro e pomodoro in polvere concentrato sono particolarmente ricchi di vitamina A, B1, B2, C, E, niacina, sostanze vegetali secondarie e potassio.
Inoltre, il pomodoro contiene principi attivi disintossicanti per il fegato ed ematopoietici, così come l’antiossidante licopene, che favorisce la forma fisica e la salute del gatto.
Oltre a essere una fonte naturale di micronutrienti che apporta vantaggi fisiologico-nutrizionali, il pomodoro in polvere ha un sapore dolciastro che i gatti amano molto e che convince anche i soggetti più schizzinosi a mangiare la propria pappa.
I pomodori maturi e cotti sono ben tollerati da gatti e cani e non presentano sostanze per loro indigeste o tossiche. Se sono acerbi o semiacerbi, contengono l’alcaloide tossico solanina, riconoscibile dal colore verde. I pomodori acerbi possono contenere un massimo di 32 milligrammi di solanina su 100 grammi di polpa. Per avvelenare gatti/cani, bisognerebbe somministrare chili di pomodori verdi, dato che i primi sintomi (blandi) si possono verificare con 25 milligrammi di solanina.
Per la polvere dei menù di Terra Felis utilizziamo esclusivamente pomodori rossi molto o eccessivamente maturi.


Dosi/Apprezzamento/Combinazioni/Cibo secco

Per un gatto sano non è un problema mangiare due fonti proteiche in uno stesso pasto. Potrebbe esserlo per quei gatti che soffrono di intolleranze o allergie. In tal caso, è consigliabile usare un’unica fonte proteica. Alla fine, se un gatto è sano, sono le sue preferenze a dettare se dargli da mangiare una sola proteina o diverse proteine combinate. 
Ogni gatto è un individuo unico e deve essere trattato e alimentato come tale! Unica è soprattutto la quantità di cibo che si mette nella ciotola ogni giorno. A seconda dell’attività, della razza, del sesso e dell’età, la dose di pappa quotidiana può variare notevolmente. Per questo, a oggi ancora non esistono valori di riferimento standard che indichino quanto cibo per chilo di peso corporeo sia opportuno, dato che una regola di questo genere non può essere applicata a ogni gatto.
La medicina veterinaria fornisce indicazioni per coprire il fabbisogno giornaliero di un gatto in termini di calorie, grassi, proteine e micronutrienti. Da tali indicazioni, l’industria ha ricavato spesso dosi estremamente alte.
Terra Felis ha scelto di non conformarsi alle dosi così evinte. Del resto, un gatto grasso equivale spesso a un gatto malato. Il grasso in eccesso, tecnicamente chiamato adipe, può avere conseguenze letali sulla salute del gatto: diabete, problemi cardiaci, patologie di ossa e articolazioni, disturbi epatici e metabolici, problemi cutanei. L’elenco delle malattie causate dal sovrappeso è lungo. È quindi ancora più importante assicurare al gatto un’alimentazione naturale, di qualità e in quantità adeguata.
Ecco perché le dosi raccomandate devono essere considerate solo dei valori indicativi, da adattare all’organismo e allo stile di vita di ciascun gatto. A tale scopo, ogni proprietario dovrebbe guardare con occhio critico all’attività e al fisico del proprio amico a quattro zampe, prendendo in considerazione anche i premietti. Se un animale riceve tanti snack fuori pasto, la quantità del pasto principale dovrà essere ridotta.
Ai gatti piace la freschezza. In natura, per ogni pasto cacciano una nuova preda. E possono arrivare a 20 pasti nell’arco di 24 ore. Diversamente da un cane o da un lupo, un gatto non caccia per fare scorta e consumare in un momento successivo. Lo stesso comportamento si può notare nei confronti della ciotola. Se la pappa è un po’ asciutta o vecchia, in genere non viene più toccata. Per tale ragione, è consigliabile somministrare al gatto porzioni piccole sempre fresche.
Sulle scatolette sono indicate le dosi raccomandate. Tuttavia, queste vanno considerate meramente come suggerimenti e devono essere adeguate al metabolismo, all’attività e allo stile di vita del singolo gatto. Ci sono, per esempio, gatti molto attivi che stanno in giro tutto il giorno e gatti più pacati. Il loro fabbisogno energetico è totalmente diverso. È consigliabile monitorare regolarmente il peso del gatto quando si cambia cibo, al fine di riconoscere per tempo se la quantità scelta consente al gatto di mantenere il proprio peso ovvero di dimagrire con successo, se questo è l’obiettivo. 
Nei gatti non è così facile passare da un mangime all’altro. I gatti sono molto abitudinari, anche per quanto riguarda la routine alimentare. Neofobi per natura (hanno paura delle novità), sono scettici persino nei confronti della pappa. Si consiglia di mettere in conto più giorni o settimane per cambiare alimentazione. Si può proporre il cibo nuovo parallelamente a quello vecchio o mischiarli assieme. Se viene consumato, si può aumentare poco per volta la percentuale del mangime nuovo, riducendo quello vecchio. La nuova pappa può essere resa più appetibile scaldandola o mischiandola a un pochino di yogurt magro, formaggio fresco o olio di pesce. Ad ogni modo, non è una cosa così anomala che un gatto snobbi inizialmente un nuovo mangime. Sono pochissimi i felini che accettano un cambiamento immediato. Il rifiuto di una nuova pappa non significa che al gatto non piaccia o che non sia di qualità. Piuttosto, è legato al fatto che l’animale ha paura delle novità. 
Nello stesso pasto, sarebbe meglio non mischiare due varietà diverse. Ogni menù è un pasto completo a sé stante. Essendo scettico nei confronti dei cambiamenti, il gatto potrebbe rifiutarsi di mangiare la sua pappa, dato che la percepirebbe come insolita e sarebbe stranito dalla novità, pur non avendo problemi coi due menù presi singolarmente. 
I menù a base di pesce di Terra Felis sono alimenti complementari poiché un’alimentazione che abbia come unica fonte proteica il pesce non corrisponde all’alimentazione evolutiva del gatto, che è un animale carnivoro.
Dato che una dieta soltanto a base di pesce risulterebbe sbilanciata, consigliamo di somministrarglielo solo due volte a settimana circa.
Inoltre, il pesce fornisce prevalentemente acidi grassi Omega 3, che al gatto servono in quantità minime. La carne, invece, fornisce soprattutto acidi grassi Omega 6. Per tale ragione, l’ideale è alternare carne e pesce, ma con una percentuale superiore di carne. Questo tipo di dieta fornisce al gatto tutti gli acidi grassi essenziali di cui ha bisogno. In tutti i menù di Terra Felis, gli acidi grassi vengono integrati aggiungendo una piccola quantità di pregiati oli vegetali.

Gli acidi grassi essenziali Omega 6 e Omega 3 devono assolutamente essere presenti nel mangime dei gatti per coprire il loro fabbisogno quotidiano. Particolarmente importanti sono l’acido arachidonico e l’acido linoleico, dato che il loro metabolismo non li produce spontaneamente. In natura, i gatti assumono importanti acidi grassi non presenti nella carne attraverso il contenuto degli stomaci delle prede, che si nutrono di semi oleosi. Nei menù, il fabbisogno degli acidi grassi insaturi deve essere coperto aggiungendo un olio vegetale.
Troppi ingredienti vegetali sono fibre inutili per il metabolismo felino. Per una digestione ben funzionante e una flora gastrointestinale sana, i gatti hanno bisogno di pochi ingredienti vegetali (3-5%) nella loro alimentazione. Se consumano un topo, tali ingredienti arrivano attraverso la pelle, il pelo e il contenuto dell’apparato gastrointestinale della preda. Verdura, frutta ed erbe aromatiche si prestano benissimo come complemento vegetale alla carne di un menù che segue l’esempio della natura. I gatti sono particolarmente ghiotti di erba gatta, della quale amano moltissimo sia l’aroma sia il sapore.
L’erba gatta ha un profumo piacevolmente aspro, agrumato e svolge un’azione calmante sull’animo felino.
Aggiungendo una piccola quantità di frutta, verdura ed erbe aromatiche a ogni menù di Terra Felis, il gatto riceve tutto ciò di cui ha bisogno.

Le fibre sotto forma di verdura e frutta svolgono tre importanti compiti dell’apparato digerente del gatto:
1. stimolano le funzioni motorie di stomaco e intestino e, di conseguenza, sostengono la peristalsi gastrointestinale, importante ai fini digestivi
2. depurano stomaco e intestino durante il transito delle fibre nel tratto gastrointestinale
3. sono la base nutrizionale per i microrganismi della flora gastrointestinale, che scinde il cibo del gatto e rende accessibili a organismo e organi i micronutrienti in esso contenuti (vitamine, minerali, oligoelementi)

Quando consuma un topo/una piccola preda, le fibre arrivano dalla pelle, dal pelo e dal contenuto del tratto gastrointestinale. A volte, si possono osservare gatti che mangiano erba o erbe aromatiche all’aperto, ingerendo così in maniera diretta le fibre per loro importanti.
No, non abbiamo in programma un mangime secco di Terra Felis. I gatti dovrebbero mangiare solo cibo umido. Le crocchette contengono sempre una certa (purtroppo spesso elevata) percentuale di cereali ovvero amido. I gatti dovrebbero essere nutriti con cibo umido privo di cereali per tutto l’arco della loro vita.
Essendo un animale del deserto, il gatto è evolutivamente predisposto a bere in modo indiretto attraverso la sua preda, che, appena cacciata, è composta tra il 70 e l’80% di acqua. Per istinto, il gatto è quindi abituato ad assumere liquidi attraverso il cibo, non bevendo. Al fine di garantire che l’apporto di acqua sia sufficiente, è opportuno somministrargli cibo umido.
Le crocchette hanno un contenuto molto basso di liquidi e non sono in linea con l’alimentazione naturale dei felini. Una quantità sufficiente di acqua è essenziale per l’intero metabolismo e numerose funzioni degli organi del gatto, in particolar modo per purificare i reni e garantire il loro funzionamento.
Il problema di tanti mangimi secchi, oltre al basso contenuto di liquidi, è spesso l’elevata percentuale di cereali e amido. Essendo strettamente carnivoro, il gatto non ha gli enzimi per metabolizzare questi componenti. Allo stato brado, assume cereali in quantità minima dal contenuto digerito dello stomaco e dell’intestino delle sue prede. I carboidrati, soprattutto sotto forma di cereali, possono ripercuotersi negativamente sulla digestione del gatto e causare episodi di dissenteria. Senza contare l’aumento del rischio di sovrappeso e diabete, dato che un eccesso di amido e carboidrati (come nel caso delle crocchette) non viene metabolizzato come fonte energetica, bensì accumulato come deposito di grasso. Ciò dipende dal metabolismo felino, che non è in grado di scindere i carboidrati e ricorre esclusivamente alle proteine animali (della carne e del pesce) per il processo energetico.
Per questo, Terra Felis propone solo menù umidi e senza cereali.

Non è assolutamente un problema. Per i soggetti allergici, è addirittura necessario, per i gatti molto schizzinosi, a volte è l’unica soluzione. La sola cosa da considerare è che le varietà a base di pesce sono considerate alimenti complementari.


Informazioni generali

Quando si versa la massa cruda nelle scatolette, in genere questa arriva sempre quasi fino al bordo superiore. Cuocendo il cibo nelle lattine chiuse, all’inizio il volume di riempimento aumenta leggermente. Dato che tutti i nostri menù di Terra Felis sono grain-free, a volte, durante il processo di cottura, si forma della gelatina all’interno. Per evitare che fuoriesca al momento dell’apertura, utilizziamo lattine un po’ più alte, di modo che nella parte superiore ci siano sempre alcuni millimetri di margine. Tutte le nostre scatolette da 80 g contengono sempre almeno la quantità di riempimento indicata.  
I nuovi menù di Terra Felis seguono la stessa filosofia dei menù precedenti. Tutti i menù sono grain-free, hanno un elevato contenuto di carne e una piccola percentuale di sane verdure (fibre), imitando così in modo naturale le prede dei gatti. Abbiamo ottimizzato in primo luogo la consistenza dei menù, che gioca un ruolo molto importante nel gradimento del cibo. Una novità è il pomodoro in polvere, ingrediente prezioso, sano e ben tollerato dai felini. Inoltre, è stata aggiunta una piccola quantità di vitamine e minerali, per garantire al gatto l’apporto di tutti i micronutrienti essenziali. La qualità human-grade al 100% di tutti gli ingredienti è rimasta invariata. 
A partire da fine aprile, saranno disponibili anche snack di Terra Felis (semi-umidi). Saranno grain-free e composti al 100% da pura carne di muscolo. Il gradimento di questi snack di pura carne è oltremodo elevato nei gatti.
Se riposta in frigo chiusa con un coperchio o della pellicola, la scatoletta aperta si conserva due/tre giorni. 
Non è consigliabile. A temperatura ambiente, il numero di germi nella carne può aumentare rapidamente e possono formarsi batteri. 
Se si sospetta un’allergia, è opportuno inserire una dieta di esclusione. In tal caso, è consigliabile scegliere una fonte proteica che il gatto non conosce ovvero non ha mai assaggiato. Deve trattarsi sempre di un prodotto monoproteico affidabile. La stessa fonte proteica deve essere rispettata anche per gli snack, onde evitare di compromettere la dieta di esclusione. Questa dieta deve essere seguita per almeno otto settimane, a meno che, già nei primi giorni/nelle prime settimane, si presentino sintomi generati dalla fonte proteica scelta. In tal caso, andrebbe sostituita con un’altra proteina.
Dopo otto settimane, si può introdurre una provocazione con il vecchio mangime per confermare l’intolleranza ovvero l’allergia. Di norma, tuttavia, si resta fedeli alla dieta per assicurare la stabilità del soggetto allergico.

In questi casi, non serve dimezzare le porzioni. I gatti sono molto sensibili a razionamenti drastici. Il loro fabbisogno proteico deve essere assolutamente coperto. Per farlo dimagrire, ha quindi più senso proporre al gatto un alimento dietetico, più attività e più movimento, per esempio con dei food puzzle e degli orari di gioco fissi. Nel 2022, Terra Felis lancerà anche una linea light. 
Innanzitutto, è bene appurare che non ci siano cause mediche per questo problema, quali dolori, nausea o fastidio ai denti. Se si possono escludere tali casi, può benissimo essere che il gatto semplicemente non ami mangiare. Ciò si verifica soprattutto nei soggetti anziani, poiché i sensi dell’olfatto e del gusto vengono alterati. Può essere d’aiuto scaldare leggermente la pappa, per darle un aroma più intenso, oppure mischiare al cibo qualcosa che il gatto mangi con gusto a prescindere dal suo mangime, a patto che sia un alimento sano e ben digeribile. 
Tutti i menù sono studiati per gatti adulti e non sono quindi adatti ai cuccioli. Alla fine del 2021, ci saranno anche menù per cuccioli di Terra Felis. 
Una linea per cuccioli di Terra Felis è prevista per l’inverno del 2021.  
Di per sé, un gatto anziano può mangiare i menù di Terra Felis, a meno che, per ragioni di salute, non debba passare a una dieta speciale, per esempio a sostegno dei reni.
Una linea per gatti anziani di Terra Felis è in programma per il primo trimestre del 2022. 
A causa del loro imprinting alimentare, i gatti sono buongustai un po’ testardi. Il che trasforma spesso un cambio di pappa in una dura prova di pazienza. È proprio per questi problemi di accettazione che molti produttori/altri marchi aggiungono ai loro mangimi esaltatori di sapidità come glutammato o zucchero, al fine di rendere il cibo più allettante per pelosi e proprietari. Lo zucchero crea la caramellizzazione che conferisce quella gradevole colorazione marroncina a gelatine e salse nei mangimi di altre marche/altri produttori. Senza contare che anche l’odore risulta più invitante.
Per i gatti, però, lo zucchero non è né sano né adatto alla specie. Un apporto costante di zucchero può spianare il terreno a malattie dei tempi moderni, quali sovrappeso, diabete e intolleranze. Per tale ragione, l’aggiunta di zucchero non è in linea con la filosofia di Terra Felis, che sostiene un’alimentazione assolutamente sana e adatta alla specie secondo l’esempio della natura. Ecco perché i menù di Terra Felis non contengono zucchero.

Nello sviluppo dei nuovi menù di Terra Felis, ci siamo concentrati sulle confezioni monodose. Molti gatti amano la pappa fresca e disdegnano, invece, quella di lattine “grandi” già iniziate, che siano p.es. già state conservate per qualche ora aperte in frigorifero. Le porzioni singole da 80 g sono ottimali anche per cambiare mangime o per testare i nuovi menù. Naturalmente, capiamo l’esigenza di volere lattine di Terra Felis da 400 g e provvederemo a metterle in vendita entro breve, dato che questo formato è particolarmente adatto a chi ha più gatti.
Il bisfenolo A (BPA) è una base monomerica di resine epossidiche e altre materie plastiche, come ad esempio il policarbonato. La categoria delle vernici epossidiche comprende le tipologie più diffuse di vernici di rivestimento interno di lattine per conserve, lattine per bevande e tappi per contenitori in vetro.
In Germania e nell'UE si applicano i valori limite fissati dal regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.
Emendamento 10/2011 – Regolamento (UE) 2018/213 del 12 febbraio 2018
Per il bisfenolo A si applica un limite di migrazione specifica (LMS) di:
- 0,05 mg/kg di prodotto alimentare (simulante) – a decorrere dal 6 settembre 2018
Il nostro fornitore può confermare il rispetto dell'attuale valore limite LMS per il BPA (0,05 mg/kg) nelle lattine contenenti BPA da noi fornite.
L'utilizzo delle lattine è pertanto sicuro.


Ordini, trasporto e consegna

Le pareti interne delle nostre lattine sono rivestite con uno strato di materiale plastico che impedisce la penetrazione di sostanze nocive. Grazie a tale rivestimento, eventuali ammaccature non rappresentano più un problema. Le lattine che utilizziamo non sono quelle tipicamente usate dai produttori di mangimi per cani e gatti, bensì lattine per alimenti destinati al consumo umano, vale a dire che vengono di solito impiegate per cibi come zuppe, ecc. Il rivestimento interno, che impedisce una possibile penetrazione di metalli pesanti dalla lattina, è stato per noi un accorgimento necessario a garantire un prodotto ineccepibile. Un rivestimento di alta qualità evita la contaminazione da metalli pesanti, anche se la lattina viene danneggiata. Le vernici e i sigillanti da noi utilizzati non contengono ftalati (agenti plastificanti). Nella resina dei sistemi di verniciatura interna viene utilizzato il bisfenolo A. In questo ambito, trova applicazione il regolamento (CE) n° 1895/2005 della Commissione del 18 novembre 2005, relativo alla limitazione dell’uso di determinati derivati epossidici in materiali e oggetti destinati a entrare in contatto con prodotti alimentari. Limiti di migrazione per BADGE e alcuni suoi derivati: 9 mg / 6 dm. I nostri prodotti presentano valori di gran lunga inferiori rispetto a tali limiti, grazie alle perizie cui abbiamo sottoposto tutte le vernici impiegate. Inoltre, la massa sigillante idrosolubile da noi impiegata soddisfa i requisiti dell’art. 3 del regolamento (CE) n° 1935/2004, così come del § 30 e del § 31 cpv. 1 della legge tedesca sui prodotti alimentari e di consumo (LMBG), qualora venga utilizzata come parte di un prodotto di consumo ai sensi del § 5 cpv. 1 LMBG.
Se le lattine non presentano aperture e il cibo ha un odore normale, il contenuto può essere somministrato senza preoccupazioni.


Account del cliente

Ogni 50 € di spesa nello shop online di Terra Felis, ricevi automaticamente una stella, che corrisponde a un credito di 50 centesimi. A partire da 10 stelle, ti inviamo automaticamente un buono da riscuotere al prossimo acquisto nello shop.
"La maggior parte dei nostri clienti ha a disposizione la modalità di pagamento con addebito diretto. A volte, però, dobbiamo scegliere la sicurezza a discapito della velocità. Alcuni pagamenti con addebito diretto non vengono autorizzati per motivi di sicurezza. Per ogni pagamento, viene eseguito un programma di sicurezza automatico che, in alcuni casi, propone una modalità diversa dall’addebito. Non sappiamo esattamente il perché, ma è possibile che si tratti di una delle seguenti ragioni:
• errore durante l’inserimento delle coordinate bancarie
• scoperto di conto corrente "

Non abbiamo risposto alla tua domanda?

Allora contattaci.